Crea sito

The Bass Book, A Complete Illustrate History Of Bass Guitar (Updated Edition)

A breve saranno passati settant’anni dal 1951, l’anno in cui Leo Fender creò il primo basso elettrico: il Fender Precision Bass, un solo pickup con volume e tono, un manico a scala 34″ con 4 corde e manico tastato, per permettere ai bassisti di avere una intonazione immediata e, appunto, precisa delle note a differenza della tastiera cieca del contrabbasso.
Da allora il basso elettrico si è evoluto in una miriade di modi tanti quanti i marchi che hanno iniziato aprodurli, sono aumentati e cambiati i pickup tra split coil, single coil, humbucker, piezo, con elettroniche attive e passive, effetti integrati e modulazioni digitali.
Le corde sono diventate 5, 6, 8, 12 e le tastiere hanno perso i tasti (ironicamente anche sul Precision) e addirittura sono nati bassi con tastiere ibride con e senza tasti.

Questo libro mette un po’ di ordine tra marchi e modelli, ma non si tratta di un semplice catalogo con fotografie (tante, e soprattutto, a colori), infatti viene raccontata la storia di come nasce il basso elettrico, la sua evoluzione e la storia dei principali marchi di strumenti musicali come Fender, Gibson, Music Man, Rickenbacker, Hofner, Yamaha, Warwick, Ibanez, ma anche Danelectro, B.C. Rich, Kramer, Alembic, Kala, Epiphone, Fodera, Steinberger, Squier, Ampeg, Peavey, vengono anche analizzati i principali modelli di bassi prodotti dalle varie case, la loro evoluzione e i musicisti che li hanno resi celebri.
I bassi presi in considerazione sono moltissimi e al termine c’è una lista aggiornata di 25 pagine con tutti i modelli prodotti nel corso degli anni, con le caratteristiche principali riassunte e i relativi anni di produzione, in alcuni casi ci sono anche le tabelle per identificare i numeri di serie.

Ovviamente alcuni marchi piccoli o di mercati locali possono mancare o in alcuni casi essere trattati in modo poco approfondito, ma in 176 pagine la mole di informazioni è mastodontica e molto completa, a patto di conoscere l’inglese, infatti non esiste una versione italiana del libro.
Un libro utilissimo sia per conoscere la storia dello strumento, ma anche per scoprire modelli e marchi di cui magari non siamo a conoscenza o come riferimento per orientarci sul mercato dell’usato e del collezionismo.

N.B. Ci sono diverse edizioni di questo libro, quella trattata qui è quella del 2016, che è l’ultima versione aggiornata del volume, la potete riconoscere dalla copertina con il Jazz Bass blu.

Le tre edizioni del libro, l’ultima è quella del 2016 a destra

TONY BACON (Bristol, Inghilterra) scrive di strumenti musicali, musicisti e musica. È co-fondatore di Backbeat UK e Jawbone Press. I suoi libri includono The Ultimate Guitar Book, London Live e Paul McCartney: Bassmaster.

BARRY MOORHOUSE (Regno Unito) ha fondato la sua attività di vendita al dettaglio e distribuzione di basso elettrico, il Bass Center, a Londra nel 1984. Ora, nel suo quarto decennio, continua come operazione in tutto il mondo. Attraverso la sua società consociata, la House Music, Barry rappresenta le chitarre Brian May in collaborazione con la leggenda dei Queen.

The Bass Book, A Complete Illustrate History Of Bass Guitar (Updated Edition)
Autori: Tony Bacon, Barry Moorhouse
Editore: Hal Leonard corporation/Backbeat UK
Numero di Pagine: 175 pagine
Formato: Brossurato
Prezzo: 27,29€
Lingua: Inglese

See ya!
Cesare

Pubblicato da TheNerdBass

Nerd e bassista autodidatta perennemente affetto da G.A.S. Ho suonato in svariate band e band sia di cover che di inediti, spaziando dall'heavy metal, rock, pop, funk e alternative. Con un paio di esse ho anche pubblicato due EP autoprodotti. Dal settembre del 2013 al giugno del 2015, ho frequentato la scuola civica di musica di Gambolò, studiando basso elettrico Dal 2017 sono il bassista della band Bad Condition.