Crea sito

Suonare con lo smartphone o il tablet: parte 3

Siccome sono comparse un paio di novità interessanti sul fronte app per suonare in questi giorni di lockdown, eccoci con un nuovo listone, chi ha già letto i precedenti articoli sa già che si tratta sia di app per fare musica con lo smartphone, sia di semplici utilità (per chi invece non li ha letti li trova QUI e QUI).
Ma iniziamo subito la lista con una delle novità più interessanti.

  • Mooer GE Labs (iOS)

Partiamo subito dall’ultima novità di casa Mooer, di primo acchito sembra la solita app con accordatore, metronomo, effetti e simulazioni di amplificatori e cabinet, con la possibilità di miscelare preamp e finali e modificare il microfono e la disposizione degli stessi sulle casse.
La vera chicca è che nella sua app Mooer ha implementato la sua tecnologia di Tone Capture MNRS (MOOER Nonlinear Response Sample) è quindi possibile profilare preamplificatore, cabinet, interi rig testata/cassa e combo oppure pedali overdrive e distorsioni, salvarli nel cloud e portarseli sempre dietro.
Attraverso il cloud è possibile anche mettere a disposizione degli altri utenti i propri profili e scaricare quelli degli atri gratuitamente, oppure si possono caricare sulle pedaliere multieffetto Mooer serie GE, in sostanza Mooer offre una alternativa al Kemper completamente gratuita e integrata coi suoi sistemi.
Ah, l’app in tutte le sue funzioni è completa e gratuita ad esclusione dei banchi di memoria per salvare i preset delle catene di effetti, di base infatti si ha a disposizione una sola catena effetto memorizzabile.

  • BandLab (iOS/Android)

Si tratta di una DAW leggera e cross platform, è possibile infatti creare un progetto su pc e portarlo avanti su smartphone e tablet, ha anche dei VST incorporati, non ci registri un disco, ma permette di fare delle semplici registrazioni e mix anche in mobilità.

  • MiniMoog Model D Synthesizer (iOS)

App gratuita di Korg che replica lo storico synth Minimoog Model D reso celebre da Parlament, Funkadelic, i Wailers di Bob Marley, Kraftwerk, Gary numan, ecc.
Può essere pilotato via MIDI con tastiere usb e bluetooth, è polifonico (fino a 4 note contemporaneamente), con arpeggiatore, effetti e 160 preset e un looper integrato senza limiti di overdub.

  • Korg iKaossilator (iOS)

App che rende disponibile il synth Kaossilator su smartphone e tablet, se avete seguito le stories sulla pagina Instagram del blog, vi ricorderete che durante i primi giorni di quarantena Korg l’aveva messo a disposizione gratis, ora è tornato a pagamento (circa una ventina di euro).

  • Polytune (iOS)

Si tratta dell’accordatore polifonico di TC Electronic in versone app, ha tutte le funzioni della versione a pedale o clip, e a differenza delle altre app accordatore non è gratuito.

  • WireTap Riff Recorder (iOS/Android)

App sempre di TC Electronic, serve per registrare brevi memo musicali e tenerli organizzati, può essere usata da sola o combinata con il pedale omonimo, per salvare via bluetooth le tracce registrate col pedale.

  • Solfa (iOS/Android)

App gratuita per lo studio del solfeggio e del pentagramma, oltre ad allenare l’orecchio, si può scegliere tra pianoforte e chitarra nella versione gratuita, è possibile scegliere tra diverse notazioni e chiavi per lo studio.

  • Yamaha Rec’n’Share (iOS/Android)

App gratuita di Yamaha, permette di rallentare e velocizzare l’audio di un brano, inoltre lo analizza e genera in automatico una traccia col metronomo rilevandone il BPM e aggiungendo anche il precount del metronomo, è possibile anche regolare il volume del brano e del click.
Permette anche di creare sezioni di loop A-B utili per focalizzare lo studio di passaggi più difficoltosi concentrandosi solo su di essi.

  • Beats and Loops (iOS/Android)

App abbastanza recente e dal costo piuttosto basso, oltre alle funzioni di accordatore e metronomo, ha una drum machine e un looper con tap tempo, basta posizionarla vicino all’amplificatore per registrare.
Il looper ha la funzione hands-free, funziona quindi come un pedale basta avvicinare il piede per avviare e fermare la registrazione, il tutto senza necessità di hardware addizionale.

E anche per questa volta chiudiamo qui, se avete altre app da consigliare scrivete pure qui nei commenti o sulle pagine Instagram e Facebook.

See ya!
Cesrae

Pubblicato da TheNerdBass

Nerd e bassista autodidatta perennemente affetto da G.A.S. Ho suonato in svariate band e band sia di cover che di inediti, spaziando dall'heavy metal, rock, pop, funk e alternative. Con un paio di esse ho anche pubblicato due EP autoprodotti. Dal settembre del 2013 al giugno del 2015, ho frequentato la scuola civica di musica di Gambolò, studiando basso elettrico Dal 2017 sono il bassista della band Bad Condition.