Joy Division, Tutta la Storia raccontata… dal basso

“But she expressed herself in many different ways
Until she lost control again
And walked upon the edge of no escape
And laughed I’ve lost control”

Joy Division – She’s Lost Control (Unknown Pleasures – 1979)

Nel mese di aprile del 1979, esattamente 40 anni fa, i Joy Division entravano in studio per registrare Unknown Pleasures il disco che li ha consacrati come una delle band che ha influenzato maggiormente la scena post-punk e darkwave.
Il disco e il suo artwork sono diventati iconici, esattamente come iconica è diventata la figura del suo leader Ian Curtis, scomparso tragicamente un anno dopo nel 1980.

Peter Hook, bassista della band, racconta la propria vita, partendo dalla sua infanzia, l’incontro con Bernard Sumner e i primi approcci con la musica, fino al concerto dei Sex Pistols alla Lesser Free Trade Hall di Manchester il 20 luglio del 1976, il concerto che ha cambiato il mondo, dove è nato il punk e dove sono effettivamente nati i Joy Division.
Dalla nascita della band come Warsaw fino a diventare Joy Division, le polemiche, l’amicizia, i litigi, le prove e le registrazioni, i concerti quelli andati bene e quelli che andavano malissimo.
C’è tutto, corredato da una cronologia esauriente, per mettere in ordine ogni momento che viene raccontato, fino alla scomparsa di Ian Curtis alla vigilia del tour americano che li avrebbe dovuti consacrare.

Hooky non edulcora niente, è un racconto crudo e onesto, e viene raccontata una visione diversa anche di Ian, quella di chi lo viveva come amico e compagno di band, un ritratto più umano rispetto a come viene dipinto il leader della band, e che completa la figura tormentata e complessa del cantante.
Non mancano dettagli sul suo modo di suonare e sulla sua strumentazione, che potrà ingolosire i bassisti fan del suo modo di suonare il basso non convenzionale eppure così iconico.

Viene solo accennato il periodo New Order, a cui è stato dedicato un libro a parte, sempre scritto da Peter, ma viene raccontato l’attuale percorso solista di Hooky coi Peter Hook & The Light.
Un libro da avere e leggere assolutamente, soprattutto se si è fan del gruppo di Manchester.

Peter Hook è nato nel 1956, ed è celebre per essere stato il bassista fondatore dei Joy Division e successivamente dei New Order, da cui si è separato nel 2007.
La sua carriera musicale, che nel corso degli anni lo ha visto coinvolto in diversi progetti, prosegue ora nei Peter Hook and The Light, con cui continua a portare in tour i brani delle sue precedenti band.
Dal 1982 al 1997 è stato tra i proprietari e gestori del The Haçienda, il club di Manchester legato alla Factory Records e famoso per il suo ruolo centrale nello sviluppo della scena indie e del movimento acid house.
Una storia che Hook ha raccontato nel libro intitolato The Haçienda: How Not to Run a Club, ancora inedito in Italia.

Joy Division – Tutta la Storia
Autore: Peter Hook
Editore: Tsunami Edizioni
Serie: Gli Uragani 17
Numero di Pagine: 304 pagine + 16 a colori
Formato: Brossurato
Prezzo: 20€

See ya!
Cesare

Precedente Aria STB-PB, un buon Precision entry level Successivo Suonare con lo smartphone, alcune app utili per iOS o Android