Aria STB-PB, un buon Precision entry level

Per il sottoscritto, il primo approccio con un basso in stile Precision è stato con un Aria, brand Giapponese che ha iniziato la sua storia con repliche piuttosto fedeli di strumenti Fender e Gibson fino a quando una serie di denunce ha portato la compagnia a produrre strumenti con design originali e che ha avuto il suo massimo splendore durante gli anni ’80 quando i suoi bassi furono imbracciati da Cliff Burton dei Metallica e John Taylor dei Duran Duran (che hanno tutt’ora un basso signature in catalogo).

L’Aria STB-PB che è passato tra le mie mani era ovviamente la copia economica di un Fender Precision Bass di recente produzione Cinese.
Corpo in ontano, nel mio caso sunburst con finitura in vernice poliuretanica stesa bene, ma dall’aspetto economico.
Sul body il ponte è il classico lamierino in metallo chiamato VFB1 con sellette regolabili, un solo pickup split-coil modello OP1, un volume e un tono, il battipenna è invece bianco a 3 strati.

Il manico invece è avvitato con scala 34″, 21 tasti, in acero con tastiera in palissandro e skunk stripe sempre in palissandro.
Il profilo è a C con capotasto in finitura natural molto comodo e scorrevole, con tasti tagliati alla perfezione.
Le meccaniche sono cromate in metallo pressofuso di tipo open gear, il capotasto ovviamente è in plastica.

Il peso è contenuto, anche per merito dei legni scelti che lo rendono leggero.
Il suono poi è classico da Precision, quindi ottima presenza sulle medie frequenze, ma con una leggera accentuazione sulle frequenze alte, che lo rendono più brillante, è quindi adatto ad ogni contesto musicale, col variare del tocco o agendo sul potenziometro del tono si possono ottenere numerose sfumature.
L’unico problema è che non è schermato perfettamente, e capta un po’ di rumore di fondo, ma può succedere con strumenti economici.
Nel complesso è un buono strumento e può essere un ottimo basso per chi si avvicina allo strumento.

PRO:

  • Qualità generale molto buona.
  • Prezzo basso.
  • Ottimo strumento per i principianti, semplice e ben fatto.

CONTRO:

  • Finiture dall’aspetto leggermente economico.
  • Schermatura non proprio ottimale che genera rumore di fondo.

In conclusione: l’Aria STB-PB per quanto sia un basso economico, nel complesso è ben fatto ed è ideale per chi cerca un primo basso ad un costo contenuto, ma di discreta qualità.

See ya!
Cesare

Precedente MarkBass Bass Keeper, mai più senza Successivo Joy Division, Tutta la Storia raccontata... dal basso