Alza il Basso! Vita e Opere di uno Strumento a 4 Corde

“Ecco: avete capito cos’è il basso?
È quella vibrazione che sentite con la pancia, che vi fa muovere a tempo, che lega gli strumenti ritmici a quelli armonico-melodici. E ne fa da colonna vertebrale.”

Marco Caudai

Un saggio che è anche un po’ una autobiografia, dove Caudai racconta storie e aneddoti legati al basso elettrico, alla sua vita e alla sua carriera.
Nel libro ci sono anche alcune brevi interviste e accenni ad altri bassisti celebri.
Un saggio divertente e che si legge celermente, forse più adatto a chi non conosce il basso elettrico, e si avvicina per la prima volta ad esso, anche se non mancano aneddoti che tutti noi bassisti ci siamo ritrovati a vivere in prima persona.

Grandissima nota di merito all’autore, che ha deciso di devolvere tutte le sue royalties per questo libro alla Fondazione Il Sole di Grosseto.

Marco Caudai è bassista dal 1980. Svolge attività di musicista turnista e si occupa di didattica per basso elettrico.
Ha collaborato dal vivo e in studio con numerosi artisti italiani e stranieri fra cui Nick Griffiths (produttore in The Wall), Gino Paoli, Irene Grandi, Stefano Bollani, Edoardo Bennato, Gianluca Grignani, Renato Zero, Ornella Vanoni, Renzo Arbore, Giuliano Sangiorgi, Malika Ayane, Robben Ford, Tullio De Piscopo, Tolo Marton. Ha realizzato e prodotto numerosi metodi didattici per basso elettrico distribuiti in tutta Europa, editi da BMG, Ricordi e Carisch. È attualmente titolare e direttore di Bass To Rock, la prima Accademia Musicale in Italia dedicata esclusivamente al basso rock.

Alza il Basso! Vita e Opere di uno Strumento a 4 Corde
Autore: Marco Caudai
Editore: Effequ

Serie: Saggi POP
Numero di Pagine: 112 pagine
Formato: Brossurato, eBook
Prezzo: 11€

See ya!
Cesare

Precedente Harley Benton JB-40FL, il fretless vorrei, ma posso Successivo Ashdown NM2 Nate Mendel Double Drive, two is megl' che one